Questo articolo non ha titolo. Proprio non me ne viene nessuno.

Beppe Grillo continua il suo “tsunami tour” per la campagna elettorale.
Diffidente di televisioni e talk show, ma fermamente convinto che il futuro sia nella rete, il comico genovese sceglie la forma tradizionale del comizio in piazza come arma principale della sua campagna.
I risultati non si fanno attendere, tant’è vero che ovunque vada le piazze sono piene di gente che va ad ascoltare. C’è chi va e sa già di votare 5 stelle alle prossime elezioni, chi invece è più scettico e va per chiarirsi le idee e chi è contrario ma va per sentire un po’ il comizio del barbuto oratore, essendo comunque sicuro che, dato il passato (il presente no?) da comico, non sarà il solito comizio in cui si rischia di addormentarsi.
La grande presenza di pubblico ad un evento (il comizio di piazza) che Continua a leggere

Quando le parole premiano più dei fatti. Qualche considerazione buttata giù dopo le recenti “parlamentarie”…

Bene… le “parlamentarie”; bella iniziativa per mettere una pezza alla mancata riforma della legge elettorale. Più di un anno fa si mobilitarono molti più cittadini del necessario per sottoscrivere il referendum abrogativo che avrebbe mandato il Porcellum finalmente al macello… Eppure oggi, quando viene fornita agli elettori del centrosinistra la possibilità di scegliersi il 90% dei loro rappresentanti in parlamento (coloro che materialmente supporteranno o affonderanno la politica del candidato premier per cui quasi 4 milioni di elettori si sono scomodati per sceglierlo) cosa succede?

Vengono diffusi i dati sull’affluenza, e noto che solo poco meno di un terzo di chi poteva esprimersi si è presentato al seggio (persino meno di quanti hanno votato per il candidato vincente! E che quindi dovrebbero affrettarsi per fornire a questo i numeri per cercare di fare ciò per cui è stato scelto!). Sarà che ci siamo trovati in mezzo alle vacanze natalizie… ma un disinteresse del genere non si può spiegare solo in questa maniera.

Cosa altro ci dicono i recenti sondaggi?… ah già.
Il ritorno della mummia è valso al suo (suo di proprietà eh! Sia chiaro) partito un balzo in avanti nei sondaggi circa del 4%. Non abbiamo imparato proprio niente.
Certo, dopo quello che ha combinato, deve proprio avercela messa tutta per iniziare una rimonta in questo modo. Deve sicuramente aver cambiato il suo modo di fare, i temi su cui battere; altrimenti come lo spieghiamo questo balzo… Continua a leggere

Che si mangia ? [Capodanno 2013]

Il primo articolo di culinaria è fuori dagli ideali del blog, nel senso che il gran cenone non è fuorisede dato che resteremo sui nostri cari 4 km^2  ma da qualche parte si doveva iniziare, e lo facciamo col botto parlando del cenone che ci aspetta il 31 sera.

Onde evitare sprechi l’antipasto lo saltiamo a piè pari, e come anti cena ci riserviamo un leggero e invitante aperitivo sui generis.

Passiamo alle portate principali (non è pluralia tantum !)

Primo primo piatto                * 1.1  scialatielli gamberi e zucchine (abbiamo un amico cuoco)

Secondo primo piatto           *1.2  pappardelle al ragù di cinghiale (lo faccio io, non sono nessuno)

Secondo piatto                         * Involtini di vitello con scamorza e pancetta (sempre l’amico cuoco)

Dolci                                             * Sfogliate lisce fatte in casa (non è l’amico cuoco, ma se la cava bene il ragazzo (si spera altrimenti..))

* Tortini al cioccolato con cuore tenero con crema a sorpresa (ancora io, la sorpresa ve la dico nell’anno venturo) Continua a leggere

Ancora sul “cuore nella tazza del caffè”

Proviamo ora a giustificare che la cardioide è anche inviluppo di segmenti e per farlo ci serviamo del problema ottico proposto da ξ  della cardioide nella tazza del caffè.

Per completezza riporto qui l’inviluppo, per chi si sia perso l‘articolo precedente.

Il  problema potrebbe recitare come segue:

” Una sorgente luminosa posta sul bordo di un cerchio emette raggi luminosi che vengono riflessi dal bordo dello stesso. Si trovi l’equazione della curva, qualora essa si possa classificare come tale, generata dai raggi di riflessione emessi dalla sorgente. “

Risolviamo il problema, innanzi tutto cercando di capire cosa vuole che venga descritto. Il protagonista del problema è quella che già ξ  ha invocato nel suo primo approccio, cioè la zona caustica di riflessione. Quel “generata” ci richiama alla memoria l’inviluppo di una famiglia di curve, nel nostro caso, la famiglia dei raggi di riflessione. Il problema allora ci chiede di trovare l’equazione della curva di inviluppo dei raggi di riflessione. Continua a leggere

WAMP Server non funziona in Windows 8

Hai mai provato a installare WAMP Server sul tuo Windows 8 fresco di installazione? Se l’hai fatto sono sicuro che tu hai osservato il crash di WAMP oppure

access to localhost has been forbidden.

La ragione per cui questo accade è l’IPv6. Windows 8 dà di default priorità al protocollo IPv6. […]  Continua a leggere